Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale Regionale dell'Aveto

www.parcoaveto.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Fungo spinarolo

Fungo spinarolo
Spinaroli

Luogo di produzione:
tutte le valli del Parco; si ricorda in particolare il Comune di S. Stefano d'Aveto che ogni anno a maggio dedica alcuni appuntamenti enogastronomici a questa specie di fugno.

Curiosità: prugnolo, spinarolo, fungo di San Giorgio, fungo saetta: tanti nomi per un solo fungo il Calocybe gambosa. Si tratta di un fungo primaverile poco noto che cresce in spazi aperti, erbosi e nelle radure dei boschi. Cresce a famiglie di numerosi individui, spesso dispoti a semicerchio o zig zag tra le erbe incolte, che appaiono di un verde più intenso. Sono numerose le leggende che descrivono lo strano modo in cui gli spinaroli nascono: in passato si pensava si trattasse di erba "stregata" e per questo motivo non brucata dagli animali; per altri si trattava di erba capace di provocare effetti allucinogeni. Altri narrano che i funghi nascono in quei punti perchè di notte le streghe vi danzano.

Caratteristiche del prodotto:
fungo gustoso e saporito, molto apprezzato e ricercato dagli intenditori. Viene cucinato in diversi modi, soprattutto in umido, oppure conservato sott'olio.

  • Difficilmente reperibili in commercio, si possono però consumare nelle giornate gastronomiche ad essi dedicati organizzate a maggio nei ristoranti del Comune di S. Stefano d'Aveto.

 

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2020 - Ente Parco dell'Aveto - p. iva 01109990992